BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Ott 232013
 

Corso per opearotori addetti all’abbattimento degli animali e alle operazioni correlate
Il corso di formazione, rivolto agli operatori dei macelli, ricadenti nell’ambito territoriale di Potenza, si terrà il giorno 21.11.2013 a Potenza presso la sala formazione dell’ASP in Via Torraca, dalle ore 8,30 alle ore 14,00. Il regolamento comunitario n°1099/2009 all’art.21, prevede che le operazioni di macellazione vengano svolte solamente da personale in possesso di certificato di idoneità; infatti, questa azienda con deliberazione n 483 del 31/07/2013 ha attivato i corsi di formazione di 2° livello per il personale addetto all’abbattimento degli animali ed alle operazioni correlate.Negli ultimi decenni, il rispetto e la protezione degli animali hanno assunto un interesse sempre maggiore nella nostra società, tale da influenzare la legislazione comunitaria ad emanare numerose norme finalizzate alla protezione degli animali. La macellazione rappresenta sicuramente un momento critico per la tutela del benessere degli animali, pertanto, a seguito dell’emanazione del Reg. CE n.1099/2009, entrato in vigore il I° gennaio 2013, gli operatori addetti a tale attività devono possedere una completa conoscenza dei macchinari, delle tecniche operative, delle nozioni etologiche di base delle specie con cui lavorano, conoscere il modo in cui gli animali si comportano per gestirli e movimentarli in modo da creare il minor danno possibile agli stessi.

Settimana Mondiale dell’Allattamento al Seno
“Sostenere l’allattamento: vicino alle madri”è il tema della settimana mondiale dell’allattamento 2013 che mette in evidenza il ruolo delle peer counsellors (consulenti alla pari). L’Azienda Sanitaria di Potenza aderisce a tale iniziativa con i Consultori Familiari, le U.O di Pediatria , U.O. Percorsi Integrati Osp.-Territorio, U.O Pediatria Territoriale, U.O Ostetricia-Ginecologia Territoriale, U.O. Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione, Pediatria di famiglia , che hanno messo in campo varie attività. Anche quando le madri riescono ad avviare bene l’allattamento al seno, troppo spesso nelle settimane o mesi dopo il parto vi è un forte calo dei tassi di allattamento, in particolare di quello esclusivo. I momenti in cui le madri non si rivolgono al sistema sanitario sono quelli in cui per loro diventa essenziale il sostegno all’interno della comunità. Si può fornire un sostegno costante per l’allattamento in tanti modi. Tradizionalmente, sono sempre state le famiglie a svolgere questa funzione. Ma i cambiamenti socio-culturali, in particolare l’urbanizzazione, richiedono oggi che il sostegno provenga da una cerchia più ampia, che sia da operatori sanitari qualificati, da consulenti professionali per l’allattamento, da leader della comunità, o da amiche che sono a loro volta madri, e/o da padri/compagni.
Le attività:
– il 24 ottobre 2013 ore 16.00 Centro sociale Rionero in Vulture, Mostra sull’Allattamento nel passato, stand informativi i consigli delle ostetriche, seminari interattivi allattamento e sviluppo della genitorialità, proiezioni filmati “la storia dell’allattamento”, musica con gruppi folkloristici di Lavello e Rionero;
– il 30 ottobre 2013 ore 9.00 presso la Sala multimediale dell’Ospedale di Chiaromonte si terrà : Incontro informativo con associazioni di volontariato gruppi e singoli interessati, proiezione del DVD “Allattare informati”, i dieci passi Unicef/OMS per l’allattamento al seno, Contatto d’amore: laboratorio creativo per mamme e bambini, dibattito.
– il 31 ottobre 2013 presso la sala multimediale della sede dell’ex ASL n3 di Via Piano dei Lippi si terrà: : Incontro informativo con associazioni di volontariato gruppi e singoli interessati, proiezione del DVD “Allattare informati”, i dieci passi Unicef/OMS per l’allattamento al seno, Contatto d’amore: laboratorio creativo per mamme e bambini, dibattito.
Obiettivi della Settimana Mondiale dell’Allattamento 2013 sono: Richiamare l’attenzione sull’importanza del sostegno fra pari nell’aiutare le madri ad avviare e sostenere l’allattamento al seno; Informare la gente dei benefici altamente efficaci delle peer counsellors (consulenti alla pari), e unire gli sforzi per espandere i programmi di consulenza tra pari; Incoraggiare i sostenitori dell’allattamento al seno, a prescindere dalla loro formazione, a farsi avanti e a formarsi per sostenere mamme e bambini; Individuare i contatti delle fonti locali di sostegno per le madri che allattano, dove le donne possono rivolgersi per chiedere aiuto e sostegno dopo il parto; Richiamare i governi e i punti nascita a livello mondiale a lavorare attivamente per attuare i 10 e i 7 Passi delle Iniziative Ospedale/Comunità “Baby Friendly”, in particolare i Passi 10 e 7, per migliorare la durata e i tassi di allattamento esclusivo al seno.

asp_potenza

 Lascia una Risposta:

*