BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Set 032013
 

Riprende domani mercoledì 4 settembre, alle ore 15.30 presso la sede di Legambiente Basilicata a Potenza in viale Firenze 60/c il Corso di formazione per Guide Escursionistiche ed Ambientali promosso dai Centri di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità della Legambiente Basilicata, gli Amici della Rete “Il Vecchio Faggio”, “Melidoro Pollino” e “Basilicata 1799”, il Comune di Sasso di Castalda con il supporto del Comune di Calvello nell’ambito del progetto “Una montagna di risorse” e sostenuto dal Programma Operativo Fesr 2007/2013 sull’Asse IV “Valorizzazione dei beni culturali e naturali” del programma Epos 2010 – 2013 per l’Educazione e la promozione della sostenibilità ambientale. Tutela ambientale, geologia, botanica, orientamento, cartografia e topografia, sentieristica e segnaletica ma anche comunicazione e dinamiche di gruppo, organizzazione di percorsi escursionistici, marketing turistico e approccio socio-educativo per disabili a tematiche ambientali sono i temi trattati nel corso. La lezione di domani “Topografia e orientamento – elementi di cartografia” sarà tenuta dal professore Angelo Nolè, dell’Università degli studi della Basilicata.
“Una montagna di risorse” nasce dall’intento di innescare un’inversione di rotta nell’approccio all’utilizzo delle risorse naturali, aumentandone la fruibilità e puntando a una diversa promozione del turismo, in grado di rispettare non solo gli ambienti naturali ma anche le peculiarità e le tradizioni delle popolazioni locali. Una strada è sicuramente quella di sviluppare nelle comunità una crescita culturale e formativa, stimolando l’adozione di comportamenti orientati a un uso sostenibile delle risorse. E’ per questo che il corso mira a formare in maniera adeguata persone che sappiano accompagnare alla scoperta consapevole del territorio lucano, trasmettendo loro conoscenze sul territorio e sulle sue emergenze storico – naturalistiche e sviluppando sia una particolare motivazione nei confronti delle problematiche ambientali che il senso di appartenenza alla realtà dei parchi italiani, in particolare del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri- Lagonegrese e delle aree protette in Basilicata.

legambiente

 Lascia una Risposta:

*