BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Lug 242013
 

“Il migliore nettare di Bacco e film d’autore, l’arte di grandi registi e il prodotto dei viticoltori di alcune delle più importanti aree enologiche italiane. Sono questi gli ingredienti fondamentali di Cinemadivino, la rassegna cinematografica che, fino alla fine dell’estate, porterà il grande schermo nelle aie delle cantine più suggestive di Emilia Romagna, Sardegna, Toscana, Piemonte, Trentino Alto Adige, Marche, Abruzzo, Umbria e Basilicata. Con un calice di buon vino in mano, sotto un cielo stellato e con i vigneti a fare da sfondo, gli spettatori si potranno gustare grandi film accompagnandoli alle migliori produzioni di ciascuna regione”.
Questo l’incipit del comunicato stampa che quest’anno presenta la manifestazione nazionale nata 10 anni fa in Romagna: Cinemadivino esordisce questa estate anche in Basilicata, la nona regione italiana ad ospitare la rassegna che consente di gustare in cantina i grandi film d’autore.
In Basilicata saranno tre le serate speciali di questa prima edizione organizzata da Raimondo Faraone Mennella di Vìcentroenologico di Tito: il 6 agosto al Centro per la Creatività di Tito, il 10 a Cantine del Notaio di Rionero in Vulture, per finire al Convento Wine Space di Barile il 22 agosto.
Di particolare significato la presenza a Tito, il 6 agosto, del connubio con Slow food Potenza: sarà ospite della cittadina lucana il fondatore e Presidente di Slow food Carlo Petrini, che ha tenuto a sottolineare come quest’anno abbiano “deciso di patrocinare e sostenere con tutta la rete Cinemadivino. L’idea di avvicinare due linguaggi differenti, come il cinema e il piacere gastronomico, l’intuizione che si possa far dialogare due mondi così distanti – ha concluso – ci ha conquistati”. Nell’occasione il sindaco di Tito, Pasquale Scavone, conferirà a Carlo Petrini la cittadinanza onoraria.
Il 10 agosto Cinemadivino sarà alle Cantine del Notaio di Rionero in Vulture ed il 22 al Convento Wine Space di Barile.
Per Lucia Serino, Direttore del Quotidiano, mediapartner della manifestazione, Cinemadivino “è la prova della forza delle convergenze parallele tra settima arte e Bacco”.
Secondo il Presidente del Gal Marmo Melandro, Michele Miglionico, l’evento rientra tra gli obiettivi istituzionali di promozione e valorizzazione del territorio.
Mette invece in evidenza la coincidenza della nascita di Cinemadivino con quella della Lucana Film Commission il Presidente della stessa LFC, Paride Leporace, che si dice lieto di iniziare un percorso parallelo mettendo in luce come proiettare film in suggestivi ambienti enologici fa riscoprire il gusto dello stare insieme.
Maggiori dettagli e il programma della manifestazione completo dei titoli dei film, delle location delle degustazioni, dei percorsi gastronomici e delle proiezioni saranno oggetto di una conferenza stampa-aperitivo che si terrà giovedì 1° agosto alle 19.30 presso la Vinoteca in Corso Umberto a Tito.
Le testate e i colleghi in indirizzo sono invitati a partecipare.
Angelomauro Calza

vino

 Lascia una Risposta:

*