BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Set 062013
 

E’ arrivata la parola fine sul grande schermo di CinemadaMare, che –dopo aver attraversato in lungo e in largo lo Stivale- ha celebrato il momento conclusivo, per il terzo anno consecutivo, a Venezia, durante la Mostra del Cinema. Con l’ultima Weekly Competition (il concorso del Festival itinerante che premia i lavori settimanali dei giovani filmmaker italiani e stranieri suoi ospiti) la decima, il più grande raduno di giovani cineasti del mondo offre il meglio di se, nello Spazio Luce Cinecittà, presso l’Hotel Excelsior. “un tripudio di culture e di cinematografia, questa è l’estrema sintesi del bilancio artistico e umano dell’Undicesima Edizione di CinemadaMare “, è il commento del direttore della Manifestazione, il Lucano Franco Rina.
“Per CinemadaMare, Venezia, quest’anno –aggiunge Rina- è stata anche l’occasione, più degli altri anni, di portare la Basilicata al Lido, durante la 70° Mostra. Nelle nostre serate di proiezione all’aperto, in piazza Sant’Antonio, accanto al PalaBiennale, abbiamo presentato, ogni sera, lungometraggi, cortometraggi e documentari interamente girati sul nostro territorio regionale. Tutto ciò –conclude- accanto all’enorme lavoro svolto dalla Lucana Film Commission e dal suo direttore Leporace, rappresenta un unicum qui a Venezia. Infatti, nessuna regione italiana può arrivare in Laguna con una manifestazione cinematografica fortemente connotata con la propria regione di origine, la Basilicata nel nostro caso, ma con una portata internazionale riconosciuta a tutti i livelli come CinemadaMare, più che mai al servizio della promozione dell’industria cinematografica sui territori delle nostre due provincie”.
Ecco premi e premiati, titoli, protagonisti e loro nazionalità della ultima Weekly Competition di CinemadaMare 2013.
1. “Blue trip”, di Jonathan Ardu & Alberto Barone (Italia );
2. “Il flauto di vertebre”, di Damiano Rossi (Italia );
3. “Enemy”, di Alberto Vianello, (Italia);
4. “Logos” , di Elisa Mirani (Italia);
5. “Friendship”, di Viviane Alencar & Dewis Caldas, (Brasile);
6. “ Caron!”, di Danilo Sergio, (Italia);
7. “Dreams”, di Giorgio Pitino, (Italia);
8. “ Into M.”, di Elisa Pastore, (Italia);
9. “Something of time”, di Sofia Munes & Geraldine Comte, (Argentina);

10. “Un’ispirazione a Venezia”, di Stefano Petroni & Alain Laurens, (Italia/ Francia);
11. “Rockstar”, di Andre Santos, (Brasile);
12. “365 de-gradi”, di Alberto Barone, (Italia);
13. “Um dia mehor pra voce”, di Graldine Comte, (Argentina);
14. “Art to find”, di Federico Mattioni, (Italia);
15. “The tower of Babel”, di Giorgio Goguadze, (Georgia);
16. “Masked dream”, di Matteo Bianchi & Gabri Gargiulo, (Italia);
17. “A present for our friends of CinemadaMare”, di Bernardo Flandorffer, Cecilia Flandorffer, Natalia Bongiovanni, (Argentina);
18. “End of beginning”, di Maria Chorniy, (Lituania/Ukraina);
19. “Venetian Stanza”, di Oksana Chepelik, (Ukraina);
20. “L’uomo che non ricordava le cose”, di Andrea Ricca (Italia).

DSC_0222

 Lascia una Risposta:

*