Flash Feed Scroll Reader
gen 172013
 
image_pdfimage_print

Rilevante e autorevole attestazione sul piano scientifico, metodologico e storico-critico attribuita al saggio di Salvatore Verde, “Il cavaliere Templare di Tursi” (Edizioni Giuseppe Laterza, Bari, 2012). La ricerca dell’autore lucano di Tursi, insegnante della Scuola dell’Infanzia e giornalista, oltre che autore cinematografico e cultore di storia locale, ha suscitato una crescente curiosità e un motivato interesse tra i lettori lucani e un più che convinto apprezzamento tra gli studiosi italiani. È stata appena diffusa, infatti, la valutazione di merito che la prestigiosa associazione Tradizione Templare (http://tradizionetemplare.blogspot.it/) svolge annualmente (dal 2008), riferita alle pubblicazioni del 2012 di tutte le case editrici sullo specifico argomento dell’ordine monastico-cavalleresco. Solo una dozzina di titoli hanno superato la soglia della sufficienza e tra questi il libro di Verde che ha così commentato: “Sono davvero onorato e grato alla prof.ssa Bianca Ferrari Capone, che è tra le massime autorità in materia di insediamenti Templari soprattutto in Italia e nel Mezzogiorno. A lei devo tutto, e non a caso le ho dedicato anche il mio libro, compresa la comunicazione che mi ha inviato e che trascrivo integralmente: <<Gent. prof. Verde, come tutti gli anni, l’Associazione Tradizione Templare ha pubblicato il giudizio dato a tutti i libri sui Templari editi nel 2012. Il suo libro sul Templare di Tursi è stato classificato col voto 7/10, uno dei pochi che hanno meritato più della sufficienza, con la seguente motivazione: “Interessante lavoro che affronta la storia del cavaliere di Tursi, rimasto ancora non identificato, senza mai deviare dal rigore scientifico o scadere in scontati localismi”. Nel rivolgerle le mie sentite felicitazioni, voglia gradire i miei più affettuosi saluti  Bianca Capone>>.  Nel citato blog, autentico riferimento obbligato per appassionati, cultori e specialisti della materia, per l’indubitabile valore dei collaboratori e per essere un sito di alto livello di recensioni severe e rigorose, dopo l’intervista alla ricercatrice Barbara Frale, giovane e brillante studiosa italiana, sono elencate tutte le opere pubblicate lo scorso anno, sia quelle segnalate come meritevoli che le altre sostanzialmente stroncate (con pochi titoli in attesa di essere meglio inquadrati). La consistenza intellettuale e culturale, l’umiltà e il garbo di Salvatore Verde sono davvero in ottima compagnia, con Helen Nicholson, Giorgio Alberini, Giampiero Bagni, Sandro Bassetti, Carlo Castignani, Simonetta Cerrini, Pietro Diletti/Nunzio Sardegna, Cristian Guzzo/Nadia Bagarini, Antonio Sabia, Alessio Varisco, la benemerita L.A.R.T.I., e Franco Cardini / Raffaele Licinio,  Domenico Rotundo, Uberto Tommasi.

Salvatore Verde