BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Ott 042013
 

Il 9 ottobre a Metaponto, dopo i Compartimenti N.I.C. (Nazionale Italiana Cuochi), Lady Chef e Giovani FIC, arrivano anche i giovani emergenti di Lucania, quelle che potremmo definire le promesse più sotto i riflettori della stampa di settore.
La coppia che salirà sul palco, ciascuno con una propria ricetta, è piena espressione della Basilicata: il potentino Massimo Carleo e il materano (d’adozione) Leonardo Lacatena. Due espressioni differenti della Basilicata e del nuovo che avanza.
Massimo Carleo, ventinovenne Chef e Patron del Ristorante “5 Sensi” di Potenza, arriva da un percorso molto articolato. Partito a 13 anni dalle cucine degli zii alla fine del suo percorso scolastico decide di affinare quella sua innata passione per la cucina seguendo un corso presso l’Alma, la prestigiosa Scuola di Gualtiero Marchesi. Di lì una serie d’esperienze che lo portano a girare attraverso l’Italia e all’estero facendo esperienza nelle cucine di chef come Luciano Tona, Cristian Broglia, Marco Soldati, Paolo Amadori, Gaetano Alia, Frank Rizzuti, Vinciguerra e Sergio Mei. Poi il rientro e il coronamento dei suoi sogni con l’apertura a Potenza del suo locale. La sua cucina è creativa ma con un piede ben saldo nella tradizione ed un occhio alle materie prime di qualità e del territorio.
Leonardo Lacatena, originario di Massafra (TA), dopo l’istituto alberghiero e una lunga gavetta iniziata a 13 anni nei ristoranti tarantini e massafresi, arriva poco più che diciottenne a Matera affiancando da subito lo Chef Ferrucci nel prestigioso Ristorante “Le Bubbole” annesso all’Hotel 5 stelle Lusso “Palazzo Gattini”. Ne diviene Chef Executive nel 2011 seguendo anche, in contemporanea, sempre a Matera il Caffè con Cucina “Hemingway”. Di lì al Golden Restaurant del quale ne diviene dopo poco meno di un anno proprietario. Un restyling e una nuova impostazione del locale hanno fatto sì che nascesse a maggio del 2013 l'”Osteria dei sassi” dove lo Chef, grazie anche ad una grandissima conoscenza del mare e del pescato, propone una cucina prevalentemente di mare sostenendo i piccoli pescatori e i contadini della Murgia. Facile nel suo locale poter mangiare pesci dei quali il mar Jonio abbonda e che nessuno richiede più.

cuochi

 Lascia una Risposta:

*