Flash Feed Scroll Reader
mag 082012
 
image_pdfimage_print

In seguito allo scempio ambientale verificatosi nelle ultime settimane in località Malazzo – Raparello nel Comune di San Chirico Raparo, Cuore del parco nazionale dell’Appennino Lucano ( Area Zps-Sic ) ove è stato rilevato l’arbitrario abbattimento di due specie di essennze quercine di cui una monumentali ( Quercus Rotur ) il Sindaco Claudio Borneo, nell’adottare un immediato provvedimento di interdizione dell’area, mediante apposita ordinanza, ha manifestato il proprio disappunto deciso, dichiarando apertamente la propria opposizione a siffatti atti di reati ambientali. A tal fine ha già predisposto iniziative tese a potenziare e valorizzare l’intero area di riferimento provvedendo ad ipotizzare l’utilizzo di una struttura in corso di costruzione, ivi dimorata rendendola disponibile, anche mediante bando concorso, riservato alle associazioni ambientalistichea titolo gratuito finalizzandola alla realizzazione di un Centro di educazione Ambientale o equivalente che possa servire da fulcro per la divulgazione didattica ambientale, quale risorsa preminente a servizio del citato parco.