Flash Feed Scroll Reader
giu 222012
 
image_pdfimage_print

L’azione dei Segretari di Circolo PD dell’Area del Lagonegrese in maniera sempre più vivace  continua a radicarsi sul Territorio, coinvolgendo a partecipare al proprio Progetto anche gli altri attori.

A seguito di anni di cattivo Governo della nostra Italia, nel mezzo di una profonda crisi politica, economica e sociale, i Segretari del Lagonegrese ritengono sia giunto il momento per tutti coloro che hanno un ruolo e delle responsabilità in Politica, di mettersi al servizio dei Territori per tentare una ricostruzione democratica, civile ed economica che possa determinare un cambiamento del nostro Paese proprio a partire dalla base, dalle istanze, dalle difficoltà e dalle risorse delle Comunità che si rappresentano. Attraverso il confronto ed il dialogo, intendono aprirsi ad una nuova fase politica che aiuti tutti ad uscire dagli individualismi ed insieme possa far lanciare ancora una sfida per dare più forza ed una voce unica al Territorio del Lagonegrese.

È questo il messaggio che i Segretari di Circolo PD del Lagonegrese consegnano agli Amministratori Locali, Sindaci, Assessori e Consiglieri di Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Episcopia, Lagonegro, Latronico, Lauria, Maratea, Nemoli, Rivello, Rotonda, Trecchina, Viggianello, senonchè al Consigliere Provinciale Michele Calabrese e all’Assessore Regionale alle Attività Produttive Marcello Pittella, invitandoli a partecipare alla Tavola Rotonda che si è tenuta mercoledì 20 giugno alle ore 18 presso l’Happy Moment di Lauria.

Durante l’appuntamento alquanto partecipato, il Segretario PD di Lauria Biagio Di Lascio introduce il tema della serata, con una relazione redatta e condivisa con il gruppo di tutti i Segretari Cittadini, di cui se ne riportano alcuni stralci: Da diversi mesi, in qualità di segretari dei Circoli PD del Lagonegrese, stiamo portando avanti un’azione congiunta volta ad un confronto ed un dialogo allargato. Questa idea nasce dal momento critico che la nostra società vive, in un momento in cui a fare da padroni sono l’antipolitica, la diffidenza, la demotivazione e la sfiducia, sentimenti che alimentano in maniera determinante la disaffezione verso la Politica […]. Con grande senso di responsabilità e di appartenenza abbiamo pensato di riunirci per iniziare a discutere, per aprire un confronto volto alla nostra crescita, capendo la particolare difficoltà ma al tempo stesso la assoluta necessità di tentare di risollevare la politica ormai al tracollo. Abbiamo deciso di voltare su un tavolo comune le nostre carte per condividere le difficoltà che quotidianamente viviamo, per capire quanto profonde fossero le problematicità e quali azioni tentare di mettere in campo […] Abbiamo pensato che era necessario continuare in questo confronto, tentare di unirsi per parlare una sola voce, per essere più forti e per non stare a guardare quello che accade ma essere protagonisti del cambiamento […] è necessario ed urgente affacciarsi ad una nuova era della Politica. A nostro avviso, bisogna ora restituire alla Politica il proprio ruolo e far sì che essa reciti il proprio credo, riacquistando credibilità e riappropriandosi dei propri strumenti, che troppe volte vengono utilizzati in modo scorretto ed inadeguato. Bisogna impedire che la Politica venga attaccata e lesa da schemi politici non veri, addirittura messi in campo anche a livello nazionale e verticalmente traslati nelle nostre piccole realtà, dove false politiche populistiche seducono i cittadini, nascondendosi dietro le accuse di responsabilità addossate a chi governa. Noi, crediamo, che questo possa cambiare solo attraverso l’impegno perseverante di noi rappresentanti della Politica, e nel nostro caso rappresentanti di un Partito che è nato come alternativa, come risolutivo ad un mal Governo che negli ultimi anni ci ha ridotti al lastrico.

Con tono sempre più incisivo la relazione continua facendo cenno a temi ed argomenti specifici: Nelle nostre discussioni, non abbiamo tralasciato nessun argomento, abbiamo affrontato tanti temi, a nostro avviso, importanti e da tenere in considerazione in un contesto come quello che attualmente ci troviamo a vivere, dove i tagli del Governo costringono gli Enti Locali, e quindi voi Amministratori, a sacrificare e penalizzare servizi importanti ed utili, ottenendo risultati non sempre ottimali. I temi che ci accingiamo ad affrontare sono: l’ambiente che rappresenta una problematica molto vasta e complessa ma altrettanto interessante e carica di prospettive; dell’ambito ambientale fanno parte i rifiuti e l’energia grandi problemi, ma enormi risorse e per questo che meritano attenzione e studio dove politica ed amministrazioni possono insieme percorrere una strada comune; il turismo che rappresenta un’altrettanta grande opportunità per il nostro territorio, quindi a nostro avviso bisogna partire da un bilancio sul PIOT da un lato e dalla seria considerazione degli macro attrattori che si andranno a realizzare, per continuare in una programmazione unitaria, coesa e condivisa; la sanità che rappresenta un’altra nota dolente che pure richiede attenzione ed approfondimento, e non sfugge a nessuno quanto l’ospedale unico è sempre più determinante ed è per questo che una parola definitiva va messa; i servizi sociali ed il piano sociale di zona, di cui i POIS pensiamo meritino uno studio ed un approfondimento dettagliati; le Industrie, la formazione, l’occupazione e la ricerca vanno aggrediti in maniera seria e convinta ed alle mille sfaccettature che questi tematiche hanno possiamo aggiungere molti altri temi altrettanto importanti, questioni che ognuno, nelle sue realtà più o meno grandi si trova a dover gestire, contrapponendo ogni giorno le ristrettezze economiche alle elevate richieste ed esigenze della società. Per far fronte a tutte queste problematiche e per mettere in campo delle reali azioni politiche, bisogna abbandonare le consuete politiche fatte di personalismo, favoritismo ed assistenzialismo, serve ora ragionare in maniera prettamente Politica, quella Politica che come dice più volte il nostro Segretario Regionale, ci consenta di alzare l’asticella e di mettere in campo azioni di qualità che abbiano un respiro di lunghe prospettive e consentano una progettualità valida a rilanciare il futuro del nostro Territorio.

I Segretari si rivolgono agli Amministratori invitandoli alla riflessione: […] Perché tutto ciò possa realizzarsi, è nostro intento pertanto, procedere nell’azione politica coordinata, richiamando la responsabilità programmatoria delle Amministrazioni Locali, attraverso un protagonismo della Politica, che dovrà essere ispiratrice di una azione volta ad una programmazione sovracomunale che abbandoni le limitate vedute localistiche e campanilistiche e ci renda tutti partecipi di una condivisa Governance Territoriale. Intendiamo fare questo attraverso il dialogo, la dedizione alla Politica, sensibilizzare i cittadini verso nuovi progetti, per poter realmente realizzare insieme un percorso costruttivo, che non ci faccia più definire un’area depressa o vittima dei soliti centralismi, ma renda il nostro Territorio ricco di risorse naturali ed intellettuali, protagonista, all’interno una Regione che nonostante le criticità, è pronta a combattere le sue battaglie.

Un appello è rivolto anche al Consigliere Provinciale Calabrese ed all’Assessore Regionale Pittella, entrambi presenti alla Tavola Rotonda: Chiediamo con le stesse intenzioni di dialogo e confronto, particolare supporto ai rappresentanti istituzionali dei livelli amministrativi più alti e ci rivolgiamo nello specifico al Consigliere Provinciale Michele Calabrese ed all’Assessore Regionale Marcello Pittella – uniti possiamo realmente far crescere il nostro territorio; apprezziamo il vostro impegno e lavoro che prodigate per le nostre realtà , vorremmo che tra noi segretari, amministratori locali e voi si creasse un ponte che ci consentisse di restituire al nostro partito ed al nostro territorio una identità più concreta, una maggiore autorevolezza e più protagonismo.

La relazione si conclude con un significativo messaggio propositivo e richiestivo: Siamo qui stasera ad esprimere, ad offrire, a mettere su questo tavolo, la nostra disponibilità a sostegno dell’alleanza tra la Politica e la Società Civile. Vogliamo anche noi, dare il nostro contributo nel costruire una nuova Politica che parta dalla base, ci proponiamo ad essere anello di congiunzione per intessere una rete tra Istituzioni, Partiti e cittadini, dove la Politica si assuma le proprie responsabilità e si faccia carico delle istanze, delle esigenze, dei disagi, delle idee e proposte dei cittadini, considerando alcune politiche prioritarie ad altre e gestisca con rigore ed autorevolezza la macchina amministrativa, in modo da far incontrare programmazione e risorse a disposizione. In questo modo, noi Segretari di Circolo PD dell’Area del Lagonegrese, immaginiamo di poter condurre con voi Amministratori PD del nostro territorio, un nuovo percorso politico, che sia di sostegno vicendevole, che ci renda compartecipi e sinergici in un’unica programmazione della  Governance Territoriale, per poter procedere realmente in maniera coordinata nella gestione di tematiche importanti per lo sviluppo di tutto il nostro Territorio.

A seguire si apre un dialogo-dibattito tra gli Amministratori ed i Segretari dove a partire dal primo intervento del Sindaco D. Mitidieri di Lagonegro, a cui segue quello del Sindaco M. Di Trani di Maratea, G. Mitidieri di Lauria, F. De Maria di Latronico, del Vice-sindaco F. Frontuto di Viggianello e G. Anania di Nemoli, dell’Assessore C. Florenzano di Rivello e del Consigliere N. Carlomagno di Lauria si registra un plauso all’iniziativa messa in campo, sia per le modalità con cui il gruppo si è strutturato, che per le finalità che esso si propone. Gli interventi degli Amministratori tutti, sono accomunati dalle difficoltà Politico-Amministrative che quotidianamente si trovano a gestire compromettendo la serenità e la stabilità dei cittadini stessi: dove i continui tagli del Governo e la disoccupazione  si scontrano con l’incombere di tasse sempre più ingenti e il non soddisfacimento di bisogni ed esigenze.

Il Sindaco G. Mitidieri di Lauria pone la propria attenzione sul tema dei Rifiuti, a cui seguono alcune riflessioni in merito alla Raccolta Differenziata da parte del Vicesindaco Anania di Nemoli, ed il Neo Vicesindaco Frontuto di Viggianello, nonché Segretario Cittadino, non tralascia l’aspetto economico ed ambientale derivante dalla gestione in materia dei Rifiuti stessi. Si fa inoltre riferimento alle difficoltà che si evincono nei collegamenti all’interno del nostro Territorio, dove la viabilità e le infrastrutture in genere rappresentano una nota alquanto dolente, non si esclude la tematica della Centrale del Mercure, né le vicende legate al Parco del Pollino. L’Assessore Florenzano di Rivello interviene con delle riflessioni in materia di servizi sociali e cura alla persona, dove gli strumenti deputati POIS non sempre garantiscono un’adeguata progettualità che possa consentire di soddisfare le richieste ed esigenze dei cittadini.

Verosimilmente emergono altrettanto risorse e conquiste che si ritengono rilevanti per lo sviluppo dell’Aerea del Lagonegrese, il Sindaco Di Trani di Maratea fa riferimento al riconoscimento delle Cinque Vele per la sua Città oltre che alla riconferma della Bandiera Blu del Mediterraneo; il Neo Sindaco De Maria di Latronico propone di investire e di progettare il futuro su ciò che può creare grande attrazione nei nostri Territori e fa riferimento alle  Terme ed ad infrastrutture ricettive già esistenti; il Sindaco D. Mitidieri di Lagonegro richiama all’attenzione dei presenti il tema dell’Ospedale Unico e del Tribunale, evidenziando le apparenti positive notizie degli ultimi giorni.

Tutti elementi che rapportati ad un contesto più ampio di comprensorio e di Territorio che tiene conto anche delle dinamiche in riferimento all’Area Programma, possono conferire all’Area del Lagonegrese una lodevole identità ed un importante protagonismo.

Il canale prettamente politico evidenzia l’esigenza di unione ed unità di intenti e progettualità di azioni politiche, il desiderio di superamento di fratture che troppe volte si generano ed inadeguatamente vengono gestite dal nostro Partito di appartenenza, la lentezza dei provvedimenti con cui si procede nelle nostre Amministrazioni, che come fa notare il Consigliere Carlomagno di Lauria, molte volte penalizzano i progetti e le iniziative messe in campo, in quanto scontano poi, le conseguenze di meccanismi poco funzionanti.

All’unanimità da parte degli Amministratori si accoglie la proposta dei Segretari di Circolo PD dell’ Area del Lagonegrese di dialogare, confrontarsi e progettare insieme, procedere con competenze ed impegno, propositività e costruttività, per realizzare un’azione seria, determinante e puntuale che ci consenta di individuare gli obiettivi comuni e predisporre un reale piano di sviluppo.

Il Consigliere Provinciale Calabrese introduce la Tavola Rotonda dei Segretari di Circolo PD e degli Amministratori PD dell’Area del Lagonegrese elogiando l’importanza del dialogo e confronto, al fine di poter realizzare un progetto comprensoriale che aiuti il nostro Territorio ed i suoi cittadini a creare delle opportunità che possano consentire una rinascita. Nel rinnovare ed elencare le competenze della Provincia, il Consigliere Calabrese esprime la sua disponibilità ad affiancare l’azione politica che si vuole mettere in campo.

La conclusione dei lavori della Tavola Rotonda sono affidati all’Assessore Regionale alle Attività Produttive Marcello Pittella, il quale dà all’iniziativa messa in campo una lettura di vivacità, vitalità, prospettiva e concertazione di un Territorio forse molte volte dimostratosi poco compatto. È importante dare un seguito a queste azioni, è necessario riappropriarsi di una prerogativa della Politica con la P maiuscola che sappia carpire le esigenze del momento. L’Assessore Pittella definisce i Segretari dei “cuscinetti” tra Amministrazioni e Cittadini, essi sono al contempo propositori di idee e programmatori, con un importante compito di ascoltare le esigenze ed i bisogni delle Comunità. Serve imprimere una forte accelerazione al ruolo della Politica, riaprire e far rivivere le Sezioni, essere a disposizione della gente, adoperarsi nella realizzazione di progetti che condividano percorsi comuni e paralleli tra Amministrazioni e Politica. Ancora Pittella, sostiene, di evitare di lasciare spazi vuoti, recuperare sinergie, programmare iniziative che siano al passo con i tempi, costruire programmi sulla base di macrodirettrici che consegnino ad ogni realtà la propria vocazione e lascino a tutti un ampio respiro. Non si esime dall’illustrare le difficoltà Politiche ed economiche del momento, cui la Regione è chiamata a gestire ed invita Segretari ed Amministratori a focalizzare la propria attenzione su tematiche importanti Raccolta Differenziata, Micro diffusione Energetica, ITS (Istituti Tecnici Superiori), Dimensionamento Scolastico ed Area Programma, includendo tutti gli aspetti collegabili a questi argomenti. Il suo augurio è quello di procedere in un unitario percorso che dia delle prospettive, contando sulla sua disponibilità e sul suo coinvolgimento.

 

I Segretari di Circolo PD dell’Area Lagonegrese (Enzo Chiatto – Rivello, Biagio Di Lascio – Lauria, Elisabetta Ferrari – Nemoli, Franco Frontuto – Viggianello, Adolfo Guglielmelli – Episcopia, Angelo Maiorano – Maratea, Gianluca Mitidieri – Latronico e Rodolfo Oragnges – Lagonegro, Claudia Cerbino – segretaria dimissionaria di Rotonda) continuano nella loro azione, impegnandosi a promuovere altre iniziative che favoriscano un confronto costruttivo tra la politica, i suoi rappresentanti ed i cittadini.