Flash Feed Scroll Reader
set 032012
 
image_pdfimage_print

Il Presidente De Filippo NON difende a dovere la nostra Regione che continua a perdere terreno sul piano economico-sociale, occupazionale, ambientale, infrastrutturale e persino giudiziario, mentre un esponente nazionale del PD ha paragonato addirittura la Basilicata alla Grecia (Omnibus, trasmissione mattutina su La 7, del 28 agosto 2012)…!!!
La vicenda della soppressione dei “piccoli Tribunali” rappresenta un vero e proprio scippo alla Basilicata. Il centrosinistra lucano, in questa battaglia, è stato assente e la nostra Regione è stata fortemente penalizzata!

Il TRIBUNALE DI LAGONEGRO è stato MANTENUTO e VALORIZZATO (in base all’atteso accorpamento del Tribunale di Sala Consilina, possibilità prevista dall’articolo 1, comma 2, lettera b) della LEGGE 14 settembre 2011, n. 148, APPROVATA DAL CENTRODESTRA) grazie all’impegno qualificato e attento del PDL lucano ed all’incessante azione del CONSIGLIO dell’ORDINE FORENSE in proficua sinergia con gli operatori ed il vertice dirigenziale del presidio giudiziario. Ha trionfato la ragione, dunque, ed ha prevalso la logica al di là delle teatrali millanterie di esponenti politici ed istituzionali “posizionati” ai vari livelli che carpiscono la buona fede dei cittadini e, persino, quella dei “fans” appartenenti alla “filiera”.

Il decreto legislativo di revisione delle circoscrizioni giudiziarie, definitivamente approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 10 agosto, ha SALVATO LAGONEGRO sulla base della succitata legge delega voluta dal centrodestra in Parlamento e sostenuta da un Governo nazionale in cui la lungimiranza del senatore GUIDO VICECONTE (Coordinatore regionale del PDL), in qualità di Sottosegretario di Stato, è stata fondamentale al fine dell’individuazione di alcuni criteri (in particolare “…specificità territoriale del bacino di utenza, anche con riguardo alla situazione infrastrutturale, e del tasso d’impatto della criminalità organizzata…”) che avrebbero addirittura consentito il mantenimento e il potenziamento di tutto il sistema dei servizi della Giustizia in Basilicata.
Sono noti a tutti gli eventi politici nazionali dell’ultimo anno durante il quale è emersa in maniera evidente l’assenza di nostri rappresentanti al Governo, lacuna che non è stata adeguatamente colmata da una costruttiva e qualificata attività politico-istituzionale del governo regionale (tenuto in scarsa considerazione) nelle varie sedi istituzionali in cui la Basilicata poteva sì incidere per una corretta applicazione dei criteri contenuti nella legge delega.

Il POPOLO DELLA LIBERTÀ DI LAGONEGRO, soddisfatto delle ripetute e proficue interlocuzioni avute con l’onorevole Taddei e con il senatore Latronico sul tema, esprime leale solidarietà ai territori di Melfi e di Pisticci per questa cruciale battaglia che dovrà continuare, nei prossimi mesi, per mantenere attivi tutti i presidi lucani di Giustizia.