BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Nov 202012
 

Siamo basiti, è l’unica vera considerazione che si può fare dopo di quello che si è visto nell’ultimo consiglio comunale , definire la maggioranza “arlecchina”, è dir poco.

Per i temi trattati nel civico consesso, è impensabile esporli in un solo comunicato stampa, nel presente ci si limita solo a illustrare il punto inerente, l’assestamento di bilancio e il punto inerente, l’approvazione variante urbanistica puntuale al P.R.G., atto propedeutico al costruendo centro aggregazione sociale, che come ricordato altre volte, se può essere realizzato, si deve solo grazie ai fondi che molti anni or sono furono “sponsorizzati” dall’allora consigliere comunale Mariano Pici, parliamo di 325.000,00 euro, ottenuti per la realizzazione di un cine-teatro, cui si aggiunge il  primo stanziamento dei fondi provenienti dal POIS, 500.000,00 euro, per  realizzare il primo lotto funzionale.

Seppur sul punto ci siano stati dei distinguo, che si rispettano, si attesta che dopo aver avuto delucidazioni ed assicurazioni da parte del segretario generale, sul regolare e puntuale iter burocratico preliminare all’approvazione della variante, per il bene del paese, per non perdere fondi importanti che in un momento cosi delicato, sicuramente sono ossigeno per la nostra magra economia, il gruppo PDL, ha votato positivamente.

Assestamento di bilancio, si è esordito dicendo che se l’assessore avesse fornito motivazioni valide, si sarebbe potuto cambiare idea e votare sì, purtroppo per il paese si è votato NO.

Non sono stati forniti dall’Amministrazione Mitidieri, prospettive di crescita, logiche legate allo sviluppo, captazione di fondi, azioni concrete che avessero giustificato gli enormi sacrifici chiesti alla popolazione con tasse e tributi quali, Tarsu, imu applicato al massimo consentito, irpef, il gettito di quest’ultimo dato ha subito un incremento sostanziale, circa 67.000,00 euro, facendo balzare l’importo complessivo ad euro  981.000,00, che lascia intuire che, seppur siamo in un momento difficile dove, non si trova lavoro in loco, significa che altri laurioti hanno preso la valigia è il lavoro sono andati a cercarlo altrove.

Per quanto concerne la Tarsu come non ricordare l’ultimo aumento del 17%, per coprire maggiori costi e non per migliorare il servizio, tutto dovuti a quello scherzetto (virgolettato) chiamato carpineto che, a oggi c’è costato, come collettività, circa 2 milioni di euro, e che sicuramente comporterà il condizionamento di molti prossimi bilanci, se si pensa che a fronte del finanziamento regionale di circa 1,5 milioni di euro, che serviranno a eseguire lavori ed accertamenti necessari e improcrastinabili nell’area della discarica , si deve pensare anche di restituirli poi questi soldi, come fare?

Consiglio ai cittadini, di vedersi le riprese del consiglio, finalmente qualche (in verità solo uno) consigliere di maggioranza ha finalmente fatto sentire il proprio dissenso, e seppur ha votato favorevolmente, ha duramente contestato l’Amministrazione soprattutto per quanto concerne la raccolta dei rifiuti solidi urbani.

Il collante sta perdendo consistenza, finalmente!

Mariano Labanca, capogruppo Pdl Lauria

 

 Lascia una Risposta:

*