Flash Feed Scroll Reader
apr 012012
 
image_pdfimage_print

In questo momento il sentimento di vicinanza alla famiglia Chiacchio unisce l’intera città di Lauria sconvolta da un avvenimento drammatico ancora in corso di chiarimento. Trattare notizie come questa provoca smarrimento e incertezza nella esposizione per non urtare le sensibilità delle famiglie.
Intorno alle 20 di ieri sera, sabato, la macchina guidata da D.C. ha sfondato la vetrata esterna della macelleria di via Ammiraglio Ruggiero a Lauria. Dopo il grande botto sarebbero seguiti momenti di grande concitamento. La tesi prevalente è che il giovane lauriota, persona garbata ed educata, si sarebbe ferito mortalmente con un coltello in preda ad un impeto autolesionistico.
Dopo i primi istanti di smarrimento sono stati chiamati i soccorsi. Carabinieri e 118 sono accorsi prontamente ma hanno potuto constare solo l’irreparabilità della situazione.
Le autorità preposte stanno ricostruendo gli ultimi istanti di vita del ragazzo di Lauria.
Alla famiglia Chiacchio, già provata, da un amaro destino, le condoglianze più sentite.
Nella foto scattata da Vincenzo Lapenta, la macchina conficcata nella vetrina della macelleria.