Flash Feed Scroll Reader
ago 312012
 
image_pdfimage_print

Dopo l’inaugurazione dello scorso anno della nuova sala consiliare, una realtà innovativa, moderna e soprattutto sostenibile, sono iniziati in questi giorni  i “lavori di recupero ed adeguamento dei locali dell’ex tribunale”, situati in piazza Mario Pagano a Potenza.Con l’intervento si ricaveranno 2.500 mq di spazi nei quali allocare uffici dell’Ente e ridurre di conseguenza i fitti passivi. Una forte razionalizzazione delle locazioni, in realtà, è già in corso dalla data dell’insediamento del 2009 (nel 2011 è stata sostenuta una spesa di 1,7 Meuro per fitti passivi a fronte di 2,2 Meuro spesi nel 2010) e si sta proseguendo su questa strada, oltre che con la valorizzazione del patrimonio, anche grazie al completamento di alcuni edifici scolastici del territorio e alla negoziazione dei canoni di locazione.

Rientra infine nel quadro delle azioni di razionalizzazione anche la costruzione della bibliomediateca provinciale, per un investimento di 6,5 Meuro, il cui cronoprogramma ha subito dei rallentamenti per vicende legate al patto di stabilità, in realtà superate da mesi, e per qualche responsabilità delle imprese. Si tratta di un’opera che richiede maggiore celerità, anche in virtù delle sue caratteristiche di sicurezza, sostenibilità ed efficienza energetica.

“Si aggiunge – ha sottolineato il Presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza – un altro importante tassello al programma complessivo di recupero e valorizzazione degli immobili e dei beni portato avanti dall’Ente sin dall’inizio della consiliatura e i cui pilastri, in tempi di crisi, sono risparmio, efficienza e razionalizzazione”.

“Con l’inizio dell’intervento sull’ex tribunale, oltre ad avere una riallocazione degli spazi ed una migliore sistemazione degli uffici, ci si  avvia – ha continuato – a restituire alla fruibilità del centro storico un palazzo di prestigio. Palazzo che vedrà di nuovo utilizzabile anche la Villa del Prefetto, oasi verde della città tra le più amate,  per il cui recupero è già stata avviata la prima parte  degli interventi che riguarda la messa in sicurezza e l’igienizzazione della villa. Per i lavori restanti la gara è prevista per fine settembre, per un importo complessivo di 140 mila euro”.

“La consapevolezza di dover fare meglio con meno, ci ha indotto a mettere in campo una seria politica di razionalizzazione dei fitti e di valorizzazione degli immobili. Una politica – ha concluso Lacorazza -  che inizia a dare buoni risultati, restituendo alla città di Potenza e a tutto il territorio un patrimonio, in particolare quello situato nel cuore del capoluogo, importante sia dal punto di vista storico sia dal punto di vista identitario”.