Flash Feed Scroll Reader
ago 042012
 
image_pdfimage_print

‘Heraclea International Fest’ è lo speciale evento musicale organizzato dall’associazione culturale Aut Side, in collaborazione con il comune di Policoro. Domenica 5 agosto, sul lungomare sinistro della cittadina jonica, si comincia alle ore 19 e si va avanti fino a notte fonda con concerti live e dj-set, per una serata che vuole essere un trampolino per favorire l’incontro e la collaborazione di diversi artisti. Inserito nel cartellone dell’Absolute Summer Festival, la serata spazia tra i diversi generi musicali: rock, reggae, hip hop, rap e si conclude con la musica elettronica. Tra gli ospiti, sicuramente il più atteso è il rapper calabrese Kiave. Ma tanta attenzione ci sarà anche per gli altri italiani Mouri, Dongo, Electropuke e Blatters; poi i lucani Antonino Barresi , Come Back e Cigghja Crew; e, infine, gli ospiti internazionali: Light Soljah (Costa d’Avorio), Zibit (Belgio), Miriam Neg feat. Midihands(Germania). Durante le varie performance di cantanti e dj, ampio spazio sarà dato alle intriganti e visionarie videoinstallazioni del camerunense Patrick Joel. “Abbiamo voluto far incontrare diversi artisti per un serata ricca di cultura: un modo per mescolare musica, identità, generi e tendenze musicali diverse”, spiegano i ragazzi di Aut Side che non nascondono le loro ambizioni: “Obiettivo secondario, invece, è quello di creare una struttura organizzativa che permetta di portare su palchi più grandi anche le band lucane che non dispongono di supporti manageriali adeguati”.
Saranno davvero tanti gli ospiti che si alterneranno sul palco e moltissimi aspettano di assistere all’esibizione del talento calabrese della nuova scena hip hop italiana Mirko Kiave. Il rapper trentunenne scrive i testi e canta sulle basi prodotte quasi interamente dall’abile Macro Marco. I due, dopo anni di collaborazioni e amicizia, finalmente riescono a regalare al pubblico un prodotto discografico che si concretizza nel 2011: “Fuori da ogni spazio e ogni tempo”. L’ultimo singolo, “Reato d’Emozione”, vede come location principale del video proprio Cosenza, con i suoi stralci di panorama e spezzoni di vita vissuta: una carrellata dei luoghi dove l’hip hop cosentino ha le sue radici e le sue fondamenta. Artista attento e impegnato in alcune battaglie di civiltà, Kiave ha dedicato nel maggio scorso la canzone e il video “Il termine esatto” a tutte le donne vittime del “femminicidio”, aderendo così all’appello di ”Mai più complici” lanciato da “Se non ora quando”.
Sarà poi il turno di Light Soljah, originario della Costa D’Avorio, cantante reggae e roots ma con suoni e atmosfere che rimandano alle contaminazioni black in senso ampio (soul, blues, afro e gospel).
Tra gli altri: Mouri, attivo sulla scena da tre anni, fa parte del collettivo brindisino ‘Fritti mistici’ e frequenta i grandi palchi italiani, collaborando con diversi nomi dell’hip hop italiano, tra i quali Clementino, Inoki e dj Gruff, con il quale collabora dall’anno scorso. Per i Blatters, invece, già vincitori del premio ‘Dmc Italian Champion’ 2010 e 2011, si tratta di un ritorno a Policoro insieme al polistrumentista tursitano Antonino Barresi. Dopo il fortunato esordio discografico del cd “Discrasie” ed il successivo tour conclusosi al Tacheles di Berlino lo scorso maggio, Barresi è attualmente impegnato in diverse collaborazioni di progetti electro-hiphop. Il tutto mentre è atteso per il prossimo autunno l’uscita del secondo lavoro discografico dei Barresi Project, che verrà presentato ufficialmente al Mei SuperSound di Faenza il 30 settembre e di cui il primo singolo estratto in anteprima, “La Vecchia”, gli è valso a San Remo il ‘1° Premio Afi – Giovani Emergenti 2012’.
Non mancheranno altri artisti e diverse sorprese, come l’electro show di Midihands e la vocalist Miriam Neg, provenienti dal panorama sperimentale elettronico europeo, che musicalmente miscelano le influenze dubstep e trip-hop e al contempo propongono una spettacolare performance su dei tavoli d’avanguardia, per creare interazioni audiovisive attraverso lo spostamento di oggetti e con il movimento delle mani nell’aria. Una serata gratuita e da non perdere per ascoltare nuove sonorità, aprire gli orizzonti e scoprire le nuove tendenze musicali underground italiane e internazionali.
Il 4 agosto, invece, da una collaborazione con ‘Atella on live’, saliranno sul palco dell’Absolute Cafè di Policoro i Blak Era, con il loro trip-hop made in italy.
Info su Kiave:
Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Kiave
Video: http://www.youtube.com/watch?v=R1rhGPyNPUI ; http://video.repubblica.it/dossier/femminicidio/se-non-ora-quando-il-rap-contro-il-femminicidio/94834/93216 ;
Sito internet Kiave: http://www.mirkokiave.com

Addetto Stampa:
Leandro Domenico Verde 328 7865118
leandrodomenico.verde@gmail.com