Diocesi di Tursi-Lagonegro: 1° Seminario di Approfondimento sulla Fede proposto dalla Consulta delle Aggregazioni laicali

Si celebra sabato 1 dicembre ,2012, nella Sala Conferenze della Cattedrale di Tursi il primo Seminario di Approfondimento sulla Fede, proposto dalla Consulta delle Aggregazioni laicali. Con inizio alle ore 15.30, il tema proposto sarà: “Rendere visibile il grande sì della Fede”. Relatrice la prof.ssa Giuseppina De Simone, docente presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale in Napoli. Svilupperà la relazione su “Laici credenti, provocati dal Concilio”. Le Conclusioni sono affidate a S. E. Mons. Francesco Nolè, vescovo di Tursi-Lagonegro.

 

La presentazione del Seminario

 

Signore, dacci di quest’acqua

“La donna intanto lasciò la brocca, andò in città e disse alla gente: – Venite a vedere un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto. Che sia forse il Messia?-” (Gv 4, 28-29). E’ il punto di arrivo del percorso della samaritana, che attraverso l’incontro personale con Gesù passa dall’esigenza di attingere acqua alla scoperta dell’acqua viva e si fa ambasciatrice di Cristo presso i suoi concittadini per condurli alla fede, finché crederanno non più sulla sua parola, ma per avere direttamente visto e sentito.

E’ il percorso a cui sono chiamati tutti i Christifideles laici: incontrare personalmente Gesù, credere il lui, farlo conoscere agli altri rendendo visibile nella vita e nelle opere il grande sì della fede. Un compito riconsegnato da Benedetto XVI all’apertura dell’Anno della fede, nel cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio e ventesimo della pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica,  con l’invito a “entrare più profondamente nel movimento spirituale che ha caratterizzato il Vaticano II” per farlo nostro e per portarlo avanti nel suo vero senso, ossia la fede “animata dalla spinta interiore a comunicare Cristo ad ogni uomo e a tutti gli uomini”.

Se compito specifico dei laici credenti è, come dice l’Apostolicam actuositatem,  “animare e perfezionare con lo spirito cristiano l’ordine delle realtà temporali”, ossia esercitare il sacerdozio comune nella realtà secolare, spazio della liturgia della vita e del dono di sé, oggi più che mai si avverte il bisogno di itinerari formativi finalizzati a comprendere fino in fondo questo munus laicale.

I Seminari  formativi proposti dalla CDAL si inseriscono nel piano diocesano delle attività per l’Anno della fede proprio con l’intento di offrire momenti e luoghi per sostare, confrontarsi, riflettere con l’aiuto di esperti su aspetti specifici come il senso e lo spirito del Concilio Vaticano II, alla ricerca delle sue provocazioni che ancora oggi ci interpellano,  la condizione del Popolo di Dio in cammino “nei deserti del mondo contemporaneo”, per far emergere le sfide e la capacità di discernimento che questo comporta, la dottrina sociale della Chiesa, per diventare, come Diocesi, una comunità che si educa ed educa a costruire e realizzare il bene comune nella solidarietà.

Un’occasione, insomma, per alzare le antenne e controllare se l’ago della bussola segna costantemente il nord magnetico della nostra vocazione di laici credenti.

 

 

La Relatrice

 

Giuseppina De Simone, sposata e madre di due figli, vive a Pomigliano d’Arco (NA).

È docente di Filosofia della religione e Etica generale presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sezione “San Luigi” in Napoli ed è Direttore dell’Istituto di filosofia di questa stessa Sezione. Insegna Teologia Fondamentale all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Nola.

Fa parte della redazione meridionale della rivista Filosofia e Teologia, del comitato di direzione della rivista Rassegna di Teologia e del comitato di direzione della rivista Dialoghi.

Tra le sue pubblicazioni: L’amore fa vedere. Rivelazione e conoscenza nella filosofia della religione di Max Scheler, San Paolo, 2005; La rivelazione della Vita. Cristianesimo e filosofia in Michel Henry, Il pozzo di Giacobbe, 2007.

È vicepresidente del Consiglio pastorale diocesano ed è membro della Consulta delle Aggregazioni Laicali della Diocesi di Nola.

 

Lascia un commento

*