Flash Feed Scroll Reader
dic 032012
 
image_pdfimage_print

“Da lunedì tre dicembre i motocicli fino a 149 cc, le moto carrozzine fino a 249 cc, le biciclette,  i carri trainati da animali e soprattutto i trattori non potranno più circolare sulla statale 106 jonica. Una disposizione che l’Anas ha dovuto eseguire per rispettare il codice della Strada ma che sicuramente causerà disagi a chi per lavoro utilizza la Statale 106 jonica per spostarsi da un paese all’altro.

Parlo soprattutto degli agricoltori che da lunedì sicuramente avranno problemi a svolgere al meglio il proprio lavoro. Per questo chiedo all’Anas di ripristinare urgentemente il vecchio ponte abbandonato che collega le complanari di Policoro e Scanzano Jonico, in modo tale da poter ridare agli agricoltori e a tutti coloro che ne vorranno fare uso il collegamento tra le due città.”

E’ la proposta del consigliere comunale di Policoro, capogruppo di “Impegno Comune”, Giuseppe Ferrara il quale ha chiesto all’Anas, proprietaria del Ponte di ripristinare l’ antica funzione del viadotto in quanto oggi, l’unica strada a unire le due città , è soltanto la s.s 106 jonica.

“Gli agricoltori – continua Ferrara – lavorano ogni giorno in condizioni sempre più difficili, anche a causa della crisi economica e dell’elevato prezzo del gasolio agricolo, togliergli ora l’unico passaggio per raggiungere i propri terreni a Scanzano Jonico  e viceversa,  significherebbe tagliargli i viveri  e rendergli la vita ancora più complicata. Ripristinando invece il Ponte, ci sarebbe la sicurezza stradale sulla 106 jonica e l’alternativa a tutti coloro che vengono colpiti da questo divieto. A tal proposito mi riferisco anche ai numerosi ciclisti che percorrono abitualmente le tratte fuori Policoro.”

“Riaprire il ponte sarebbe un grande atto di responsabilità” conclude Ferrara che dichiara che si farà promotore di un incontro tra i responsabili dell’Anas e i due sindaci affinchè la circolazione per vie secondarie sia garantita.