Flash Feed Scroll Reader
lug 212012
 
image_pdfimage_print

Per la prima volta a Maratea apre al pubblico il Museo vivente “Nel mondo delle farfalle” ideato e realizzato da Antonio Festa. A partire dal 27 Luglio e fino al 26 Agosto sarà possibile visitare, presso la Casa Canonica in Via Za Pagana (adiacente Piazza Europa), circa 60 metri lineari di esposizione di farfalle in teche e suggestionarsi alla presenza di splendidi esemplari vivi contenuti nella “Butterfly House” che sarà allestita all’interno di una serra-voliera di circa 40 metri quadrati.
Fin dal loro ingresso nell’area espositiva del Museo, i visitatori avranno la sensazione di immergersi nei meravigliosi e lussureggianti habitat delle foreste tropicali di Asia , Africa e Centro-Sud America, splendidamente rappresentati da centinaia di esemplari conservati in scatole entomologiche ed accompagnati da esaurienti didascalie. Una sensazione da vivere per emozionarsi di fronte alla incredibile biodiversità dell’affascinante e vasto mondo dei Lepidotteri.
Un gigantesco modello 3-D riproducente tutte la morfologia delle farfalle in maniera perfetta introdurrà alla visita guidata e sarà un validissimo strumento didattico per capire come sono fatti, da vicino, questi meravigliosi insetti.
Nella “Butterfly House” lo stupore e la curiosità della visita introduttiva si trasformeranno in puro coinvolgimento sensoriale ed emotivo: nella serra, infatti, verrà ricreato un vero e proprio “angolo tropicale”, dove meravigliose farfalle di svariate specie potranno essere ammirate dal vivo mentre volano leggere, si nutrono, si corteggiano, si accoppiano, e non di rado si posano delicatamente sul volto, sulle mani o sugli indumenti dei visitatori, che a quel punto avranno la sensazione di trovarsi nell’Eden…
Vedere volare davanti ai propri occhi splendide specie quali l’ Idea Leuconoe delle Filippine, definita “Aquilone di carta” per la leggiadria quasi ipnotica del suo volo, la Morpho peleides del Costa Rica, con le sue ali di uno sgargiante blu metallizzato, e la sua versione “madreperlacea” (Morpho polyphemus), le possenti Charaxes e Prepona, robuste farfalle africane e sudamericane tra le più veloci al mondo (fino a 40 km/h!!), la Papilio palinurus e le sue meravigliose ali screziate di verde smeraldo, ammirare la capacità mimetica di questi insetti nelle sue più svariate “applicazioni”: dalla Kallima paralekta, detta “farfalla-foglia” per la sua incredibile somiglianza, ad ali chiuse, ad una foglia secca, alla Caligo eurilochus, detta “Farfalla-civetta” per via dei grossi occhi perfettamente disegnati sulle sue ali che ricordano in maniera impressionante quelli dell’uccello da cui prende il nome, dai “colori di avvertimento” delle graziose e leggiadre Heliconius all’imitazione di questi ultimi da parte delle magnifiche Papilio rumanzovia, è una sensazione unica ed irripetibile che consigliamo vivamente, in quanto altamente educativa ed emotivamente coinvolgente per tutte le fasce di pubblico.
Non mancheranno dei veri e propri “pezzi da novanta” anzi…”da trenta” tra le farfalle, quali la Falena cobra, l’Attacus atlas, che con i suoi 30 centimetri di apertura alare viene ritenuta a ragione la più grande farfalla esistente; ma sarà presente una specie altrettanto incredibile, se non di più: la Falena cometa del Madagascar, l’Argema mittrei, specie tanto spettacolare quanto difficile da ottenere, endemica del Madagascar, e dotata di code talmente smisurate da essere definita la “farfalla più lunga al mondo” (fino a 30 cm di lunghezza!) Entrambe queste specie, unitamente ad altre notevoli specie di falene, quali le Falene-luna asiatiche ed americane del genere Actias, potranno essere ammirate anche nella loro abituale attività notturna durante visite serali alla Butterfly House in occasione de Le notti delle falene.
Siete tutti invitati, quindi, ad entrare con entusiasmo “ nella casa delle farfalle”…

Per info e prenotazioni:

Antonio Festa (Responsabile Scientifico): 349-7483006

Sito web: www.lepidoptera.it

E-mail: info@lepidoptera.it