BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Ott 202012
 

Con l’insediamento dell’Osservatorio regionale sul diabete nei giorni scorsi si è consumato un importante evento che potrà essere un validissimo strumento per monitorare l’espandersi della patologia diabetica in Basilicata, provvedendo così a porre in essere una assistenza e cura del soggetto diabetico, ma anche per porre un argine al fenomeno, così tanto preoccupante per la nostra regione, essendo fra quelle con indici più elevati rispetto alla media nazionale.
Ovviamente, lo strumento allertato non può e non deve diventare un ulteriore organismo burocratico, capace di fare immagine, ma, come sempre ha sollecitato l’ Associazione Lucana Assistenza Diabetici, una occasione di concreto impegno per un efficace e serio progresso, capace di dare la dritta oltre che l’accelerazione alla innovativa L.R. 9/2010 per la realizzazione della Rete sul territorio dei Centri di Diabetologia, corrispondendo all’esigenza di portare l’assistenza laddove il cittadino-utente risiede;
a tanto, si potrà meglio corrispondere se verrà compiutamente coinvolta la speciale Commissione regionale sul Diabete.
Osservatorio, uno strumento fortemente voluto dall’ALAD, quant’anche poco pubblicizzato, proprio in quanto non abbiamo cercato la scena, ma saremo vigili ed attenti affinché il tutto non si riduca a semplice occasione per un effimero quanto inutile atto propagandistico. Sappiamo che così non è, semplicemente per l’ottimo lavoro svolto dall’Assessore alla Sanità Attilio Martorano che lo ha determinato, chiamando illustri personalità a comporne la regia; saremo vigili anche perché riteniamo che la Basilicata ha tutte le prerogative ed i presupposti per diventare una regione-laboratorio per la gestione di questa patologia, oggi largamente diffusa e preoccupante, vuoi per l’abbattimento della qualità della vita che può sottendere, laddove non opportunamente governata, ma anche per l’esosità della spesa sanitaria che comporta.

Il Presidente ALAD-FAND Basilicata
Antonio Papaleo

 Lascia una Risposta:

*