Flash Feed Scroll Reader
feb 132012
 
image_pdfimage_print

Il Capogruppo provinciale dell’Idv Angelo Lamboglia evidenzia che presso l’ospedale di Lauria, fino a fine Gennaio 2012, erano presenti lo specialista fisiatra territoriale e due specialisti fisiatri del reparto dell’ospedale. La presenza di un servizio due volte a settimana, sia con lo specialista fisiatra territoriale sia con uno dei due specialisti fisiatri del reparto dell’ospedale, permetteva di richiedere la visita specialistica fisiatrica nell’ambulatorio in base ad una variegata offerta sanitaria. Dagli inizi del mese di Febbraio 2012, così come disposto dall’ASP, non è più possibile ricevere visite specialistiche fisiatriche dei medici del reparto dell’ospedale. A partire dalla data di cui al punto precedente, gli specialisti del reparto dell’ospedale forniscono il servizio solamente presso l’ospedale di Chiaromonte. Quanto sopra riportato evidenzia, per quanto concerne l’ospedale di Lauria, una riduzione e quindi un impoverimento dell’offerta sanitaria dettata dall’impossibilità di scegliere da parte del cittadino.
Le ore di presenza dei medici, e quindi le giornate in cui vengono effettuate le visite presso l’ospedale di Lauria, risultano essere le stesse ma, come già deducibile da quanto riportato in precedenza, vengono a mancare le competenze specifiche di altri due specialisti.
Lamboglia considera anche che numerose sono le segnalazioni dei cittadini che avvertono il disagio di non poter essere seguiti da specialisti che da anni si occupano della loro salute presso gli ambulatori di Lauria. Un’ulteriore disagio, per il cittadino che decide di farsi seguire dallo specialista di fiducia, è quello di sobbarcarsi un viaggio in trasferta presso altro presidio ospedaliero. Questa nuova organizzazione del servizio crea notevoli difficoltà o impedimenti ad una parte consistente di popolazione che, necessitando di queste prestazioni specialistiche, vede compromessa la possibilità di scegliere. Le condizioni di salute e l’avanzamento dell’età degli utenti, comportando di fatto difficoltà nello spostamento dei pazienti presso presidi distanti, limitano ulteriormente la possibilità di scegliere. Mediante opportuno coordinamento tra i due specialisti fisiatri del reparto dell’ospedale di Lauria si potrebbe comunque garantire una variegata offerta sanitaria e su Lauria e su Chiaromonte evitando impoverimenti.
Queste riflessioni hanno portato l’esponente politico a presentare una Mozione consiliare per la prossima assise lauriota nella quale impegna il Sindaco di Lauria, arch. Gaetano Mitideri, e l’intera Amministrazione Comunale ad attivare un tavolo di confronto con le strutture competenti affinchè si possa ripensare l’offerta sanitaria proposta per questo territorio valutando la possibilità che gli specialisti fisiatri in questine possano nuovamente operare anche presso la sede dell’Ospedale in cui già lavorano con il proprio reparto.