Flash Feed Scroll Reader
dic 252011
 
image_pdfimage_print

A Lauria il 17 luglio 2011 alle ore 21.30, sapientemente presentato da Daniele Piombi è andato in scena il Premio Mediterraneo nella caratteristica cornice della Piazza san Giacomo nella quale si staglia l’omonima chiesa cinquecentesca che accolse ed ispirò la luminosa vocazione del futuro Cardinale Lorenzo Brancati che nel 1689 fu ad un passo dal papato. All’interno del tempio è conservato un coro ligneo rinascimentale definito dagli esperti tra i più belli del meridione d’Italia. La serata finale, caratterizzata ogni anno da una grande partecipazione popolare e dalla presenza dei maggiori organi di informazione locale, regionale e nazionale, è stata ricca di ospiti e di attrazioni. Oltre alla partecipazione delle illustri personalità internazionali alle quali è stato tributato il Premio Mediterraneo, si sono avvicendati sul palco la band Lavandaria dos Sanhos, il gruppo storico del Contrapasso di Salerno che ha onorato la figura dell’Ammiraglio Ruggero di Lauria, personaggio storico medievale al quale si ispirano gli eventi dell’associazione organizzatrice, la Compagnia Sakuntala di Roma con danze e musicalità coinvolgenti, gli attori Kassim Yassin ed Alex Demcenko sempre più impegnati sui temi sociali. Significativa è stata anche la presenza del duo artistico musicale Angela Melluso e Mauro Tortorelli . Non sono mancati i momenti culturali con la presentazione di due scrittori importanti Angelo Di Muro di Melfi e Pino Sassano di Cosenza. Importante anche il momento dedicato all’architetto Tomangelo Cappelli impegnato con la Regione Basilicata nell’ideazione e nella organizzazione di eventi culturali di rilievo: dal Presepe vivente di Matera ai percorsi culturali di Federico II. Non è mancato il buonumore con Teresa Lallo direttamente da Zelig e Colorado. Rilevante la partecipazione del regista del film “Passannante” Sergio Colabona.
Uno dei momenti clou dell’eventoè stato certamente rappresentato dal videomessaggio dello scrittore Andrea Camilleri impossibilitato ad essere fisicamente a Lauria. Camilleri ha molto gradito il riconoscimento del Premio Mediterraneo ed anticiperà una serie di collaborazioni con l’Associazione medesima.
Ricordiamo che negli anni il Premio Mediterraneo ha visto avvicendarsi a Lauria personaggi come Sergio Zavoli, Michele Placido, Lilly Gruber, Vladimir Zagladin, Ennio Remondino, Sandro Petrone, Candido Cannavò, Nino Benvenuti, Licia Colò, Martin Schultze, Betty Williams.
L’edizione 2011 è stato quindi di grande rilievo ed evidenzia la volontà del sodalizio a proseguire nel solco della qualità degli eventi non perdendo di vista la promozione del territorio.

Le interviste prima dell’evento

L’attesa a cura dell’artista Romualdo

Prima parte

Seconda parte

Terza parte

Quarta parte

Quinta parte

Sesta parte

Settima parte

Ottava parte

Nona parte

Decima parte

Undicesima parte

Dodicesima parte

Tredicesima parte

Quattordicesima parte